rete di sicurezza rete di sicurezza - chi siamo
la sicurezza stradale di
PINO LIGABUE
torna all'indice
vai al sito di Pino Ligabue
guarda pagina 1, 3, 4
Le strade romane furono abbandonate durante le invasioni barbariche e ad esse spesso si sostituivano percorsi alternativi che seguivano le valli dei fiumi.  
  In pianura le alluvioni frequenti facevano preferire i percorsi lungo gli argini dei fiumi. Ecco perché molte strade corrono zigzagando.

Tipico esempio di strada lungo i’argine è quella tra Sorbara e San prospero.
La composizione argillosa delle nostre montagne rende impossibile costruire strade a metà costa perché soggette a frane. Ecco perché in Appennino la maggioranza delle strade corre o in fondovalle o sui crinali.

Una strada di crinale è, ad esempio, la via Giardini da Maranello all’Abetone.
 
  I romani divisero la pianura in tanti campi di forma quadrata con la centuriazione. Lungo i confini correvano strade che si incrociavano ad angolo retto.

I segni della centuriane sono visibili in molte zone della pianura, specialmente attorno a Carpi e a Nonantola.
LA STORIA DELLA STRADA 2
torna all'indice