Gli studenti modenesi a scuola di legalità e salute

Segnalati i migliori progetti in tema di sicurezza stradale, per la prevenzione dell’obesità e del disagio. Ecco l’elenco delle scuole che si sono aggiudicate i contributi.


Martedì 18 dicembre, alle ore 15, l'assessore all'Istruzione Adriana Querzè e l'assessore alle Politiche per la Salute Simona Arletti hanno premiato le scuole primarie, medie inferiori e superiori di Modena che hanno presentato i 12 migliori progetti per l'anno scolastico 2007/2008 sui temi della sicurezza stradale, della prevenzione e riduzione dell'obesità infantile, della prevenzione del disagio. Gli aspetti qualificanti, nella valutazione delle 23 proposte pervenute dalle scuole cittadine, che si sono volute valorizzare nella seconda edizione del bando, sono state: la partecipazione di soggetti pubblici e privati del territorio alla costruzione e realizzazione dei progetti, finalizzata a garantire continuità dell'azione tra scuole e territorio; il coinvolgimento dei genitori nell'azione programmata; la previsione di strumenti per verificare i risultati e l'efficacia dell'azione; la riproducibilità del progetto in altre scuole; l'originalità e la continuità degli interventi quando programmati anche su più anni scolastici.

Sono pervenuti 23 progetti, proposti complessivamente da 15 scuole e istituti scolastici modenesi: 6 scuole primarie, 4 medie, 5 istituti superiori. Sono stati premiati 12 progetti, 4 per ogni ordine di scuola. Ogni istituzione scolastica poteva concorrere con uno o più progetti indirizzati ad alcuni obiettivi prioritari del Piano per la Salute del Comune di Modena, definiti nell'ambito dei programmi sulla Salute Infanzia e Adolescenza e sulla Sicurezza Stradale. Il bando prevedeva la possibilità di premiare fino a due progetti presentati dalla stessa scuola, a condizione che si rivolgessero a due diversi obiettivi. Per le scuole primarie sono stati premiate: la Scuola A. Gramsci dell'11° Circolo Didattico per il "Progetto legalità" per la prevenzione del disagio e per le azioni tese al miglioramento delle relazioni tra coetanei, la Scuola S. Agnese del 7° Circolo Didattico con il progetto "De Gustibus" e la Scuola primaria paritaria Madonna Pellegrina con il progetto "Cresco come mangio"; per la prevenzione e riduzione dell'obesità: la Scuola Ciro Menotti del 3° Circolo Didattico con il progetto "Lo spazio vissuto" per favorire la sicurezza stradale dell'utenza debole, in particolare di bambini e ciclisti.

Per le scuole medie sono state premiate: la Scuola media G. Ferraris per due progetti "A tutta bici un motore davvero in gamba" e "Mangia sano", rivolti rispettivamente, ad aumentare la sicurezza stradale, in particolare a favorire la mobilità sostenibile, ed a prevenire e ridurre il fenomeno dell'obesità; per quanto riguarda gli interventi di prevenzione del disagio e tesi a migliorare le relazioni tra coetanei, con particolare riferimento al bullismo, sono state premiate, la Scuola media Lanfranco con il progetto "Cittadini si diventa: progetto scuola territorio", e la Scuola media Paoli con il progetto "Chi ben comincia". Tra i progetti presentati dagli istituti superiori sono state premiate l'originalità e le esperienze laboratoriali promosse dall'I.T.I. Fermi con i progetti "Sicuro chi guida: H2O è meglio" e "Alimentazione corretta: vita perfetta", rivolti rispettivamente, a favorire l'adozione di comportamenti e stili di vita corretti, in particolare per azioni di informazione sugli effetti alla guida dell'alcool e di altre sostanze, e la prevenzione dell'obesità. Il Liceo Classico San Carlo è stato premiato per i progetti "Modelli di libertà: un percorso verso scelte consapevoli e responsabili" e "Interventi volti alla prevenzione del disagio" per promuovere, rispettivamente, la cultura della sicurezza stradale, educando al rispetto della legalità, e per la prevenzione del disagio, con riferimento anche alla prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare.
Proprietà dell'articolo
creato: mercoledì 19 dicembre 2007
modificato: mercoledì 19 dicembre 2007