"Siamo qui per voi, ma non fateci lavorare"

Gli operatori regionali di pronto soccorso e del 118 invitano a guidare con prudenza. L’appello è parte della campagna per la sicurezza stradale "Vacanze coi fiocchi"


Mai un rifiuto ad incontrarsi potrà essere più gradito.“Noi siamo qui per voi… ma non fateci lavorare!è il messaggio che tanti medici, infermieri, operatori dei Pronto soccorso degli ospedali dell’Emilia-Romagna e del 118 rivolgono a chi si mette in viaggio in questi giorni di intenso traffico verso le città d’arte, il mare e le montagne. Insieme alle parole ci sono i volti di questi operatori che compaiono nelle foto di gruppo scattate negli ospedali di tutte le Aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna. Insieme per direFate voi quello che non potremo mai fare noi. Prevenite gli incidenti stradali”.

Per evitare il più possibile le tragedie stradali serve infatti il senso di responsabilità di ciascuno: serve non lasciarsi sedurre dalla velocità, allacciare le cinture di sicurezza e il casco, evitare l’uso del cellulare mentre si guida, rispettare le distanze di sicurezza, non bere alcolici prima di mettersi in viaggio, prendersi una pausa quando si è stanchi.

“Attraverso le persone che sono in prima linea vogliamo trasmettere un messaggio a tutti i cittadini affinché siano “ambasciatori” di sicurezza ed invitino tutti a viaggiare con prudenza”, ha scritto l’assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Giovanni Bissoni a tutti i direttori delle Aziende sanitarie per invitarli a partecipare alla campagna estiva per la sicurezza stradaleVacanze coi fiocchi”, promossa a livello nazionale dal Centro Antartide e dall’Osservatorio per l’Educazione Stradale e la Sicurezza della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il patrocinio della Presidenza della Repubblica.

La campagna, a cui hanno aderito tutte le Aziende sanitarie della regione, si inserisce tra le tante iniziative che la Regione, da anni, sta portando avanti con il prezioso contributo dell’Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale, per ridurre gli incidenti stradali.
Proprietà dell'articolo
creato: venerdì 8 agosto 2008
modificato: venerdì 8 agosto 2008