In servizio due autovelox fissi e un telelaser

Modena, a disposizione della Polizia municipale strumentazioni per contrastare gli automobilisti dal piede troppo pesante sull’acceleratore


Gli operatori della Polizia Municipale da oggi hanno tra le strumentazioni a propria disposizione per il controllo della velocità sulle strade comunali due autovelox in postazione fissa ed un telelaser. Le due postazioni fisse per autovelox sono in via Canaletto, poco dopo la strada che porta al ponte dell'Uccellino, in direzione centro città e in via Bellaria - Nuova Estense, all'altezza della chiesa di Cantone di Mugnano, direzione centro città. La loro presenza sarà segnalata con appositi cartelli.

Le due strumentazioni, inserite in un box corazzato di colore grigio, sono di proprietà dell'Amministrazione comunale e sono state fabbricate dalla Sodi Scientifica di Firenze. I due autovelox, omologati dal Ministero dei Trasporti, sino ad ora erano utilizzati dagli operatori come strumenti mobili. Se le necessità di servizio lo richiederanno le strumentazioni potranno essere smontate e riutilizzate per controlli mobili.

Nei due tratti stradali extraurbani, di proprietà dell'Anas che ha autorizzato l'installazione, il limite di velocità è di 90 chilometri orari. Il telelaser è uno strumento mobile che verrà utilizzato dalle pattuglie nei servizi di polizia stradale per il rilevamento delle velocità pericolose. L'operatore potrà inquadrare i veicoli in avvicinamento e grazie ad una moderna tecnologia potrà leggere su un display la velocità del veicolo sottoposto a controllo. L'utilizzo del telelaser consente anche la contestazione immediata dell'infrazione. Si tratta di un'apparecchiatura omologata dal Ministero dei Trasporti, prodotta dalla ditta Eltraff di Milano. L'Amministrazione comunale di Modena ha investito per l'acquisto di questo strumento circa 19 mila euro.
Proprietà dell'articolo
creato: lunedì 27 ottobre 2008
modificato: lunedì 27 ottobre 2008