Sicurezza strade, misure più severe, punti anche per motorini e minicar

Approvato dal Consiglio dei Ministri un documento programmatico del ministro Bianchi; proposto anche l'innalzamento dell'età per guidare le microcar.


Rivoluzione nel mondo dell'auto: il ministro dei trasporti Alessandro Bianchi ha illustrato stamane al Consiglio dei ministri il pacchetto di misure per la sicurezza stradale, misure che dovrebbero essere varate già nella riunione della prossima settimana.

"Sono previste - ha annunciato lo stesso Bianchi - dieci misure di carattere strutturale sui filoni della formazione, informazione e controlli oltre alla programmazione del sistema. Prepariamo poi - ha aggiunto - 15 azioni rapide che si potranno fare in tempi medi con risorse che sappiamo già essere alla portata mentre le altre avranno tempi più lunghi e richiedono di fare una provvista di risorse".

Il ministro ha poi riferito di aver "presentato una serie di misure e un rapporto che parte dall'esame della situazione della sicurezza stradale in Italia con dei dati che dimostrano come ci sia un sostanziale rallentamento nella diminuzione degli incidenti e delle vittime". Rapporto, ha aggiunto Bianchi, che "testimonia un certo ritardo rispetto al resto d'Europa e che l'obiettivo del dimezzamento degli incidenti e delle vittime entro il 2010 sembra ormai molto lontano". "Siamo di fronte ad una vera e propria ecatombe con oltre 5.000 morti un costo di oltre 30 miliardi di costo stimato, il 2,5% del Pil. E tutto questo ci ha fatto pensare che bisogna impostare una serie di misure di carattere strutturale".

Ma cosa conterrà questo pacchetto di novità? "La mia opinione - spiega lo stesso Ministro - è che serva una patente di guida per macchinette e motorini e che debbano essere soggetti anche loro alla patente a punti, con un innalzamento dell'età per la guida delle microcar da 14 a 16 anni”. Ma non mancheranno sanzioni più pesanti - sia dal punto di vista economico che da quello della sottrazione dei punti - contro la guida in stato di ubriachezza o sotto l'uso di psicofarmaci e anche "violazioni gravi" come la guida contro mano e l'uso del telefonino mentre si è al volante.

Sembra invece scongiurata la possibilità di abbassare il limite di velocità in autostrada. Vedremo. A giorni saranno resi noti i dettagli dell' operazione.
Proprietà dell'articolo
creato: mercoledì 7 marzo 2007
modificato: mercoledì 7 marzo 2007