Archivio News » Archivio News

Ecco la pozione che fa passare la sbornia.

Prodotta da un'azienda francese, la bevanda è già in molti supermarket occidentali, riduce il tasso di alcool nel sangue .

Non è la pozione di Asterix, ma promette di aiutare i bevitori incalliti. Da qualche giorno è sul mercato francese un prodotto che è stato presentato dalla stampa francese come « la pozione antisbornia »: secondo i media transalpini la bevanda arresta i sintomi della sbornia e fa scomparire il tasso di alcool presente nel sangue all'indomani di una grossa bevuta. Il liquido diminuirebbe la presenza dell'alcool di ben sei volte in più rispetto al normale.

La pozione si chiama « Security feel better » ed è già presente nei supermaket francesi, coreani, tedeschi, e svizzeri, ma l'azienda che lo produce, la PPN, localizzata in Normandia, assicura che presto
sarà lanciato anche su altri mercati occidentali, tra cui gli Stati Uniti d'America. La bevanda è fatta con una «ricetta segreta» basata sugli estratti di diverse piante ed è raccomandata per chi ha bevuto troppo dopo un lungo pranzo o una «cena pesante».Secondo quanto scrive il famoso giornale francese «Le Figaro», un test ha dimostrato che bastano 45 minuti per far scendere da 1,16 grammi a 0,48 grammi il tasso alcolico di una persona che ha consumato birra, diversi alcolici o vino.

L'azienda afferma che « non sta cercando di convincere i consumatori a bere senza freno » perchè la pozione non frena i problemi che l'alcool comporta alla salute di ognuno. Ma purtroppo in Francia molti cittadini hanno interpretato il messaggio equivoco in modo sbagliato : tanti autisti amanti del «bicchierino di troppo» hanno pensato bene di usare la bevanda sul lavoro, per non rinunciara alla bevuta pomeridiana.

Sul sito webdedicato al prodotto l'azienda tra l'altro dice che gli effetti si potranno constatare dopo 45 minuti e saranno eliminati «i postumi della sbornia e lo stomaco digigerirà anche più velocemente il cibo che una persona ha mangiato». I salutisti e la direzione « repressioni frodi » ha cercato di vietare la bevanda , ma dopo un lungo processo, il tribunale della città di Evreux ha stabilito che il prodotto non poteva essere vietato perchè non c'era nessuna frode e nessuna pubblicità ingannevole .

« Non stiamo incorraggiando le persone a bere di più » dice Sophie Morgaut , «o a credere che l'uso di Security Feel better permetterà a chiunque di bere tanto e poi di guidare. La nostra azienda è una compagnia responsabile. L'alcool è una merce che non è proibita in Occidente e il nostro prodotto aiuta a eliminare alcuni effetti negativi che esso produce».

Proprietà dell'articolo
fonte: Corriere della Sera
creato: mercoledì 1 febbraio 2006
modificato: venerdì 23 febbraio 2007