Archivio News » Archivio News

Crescono le vendite di auto ibride negli USA.

L’ impennata dei prezzi del petrolio e le difficoltà di approvvigionamento provocate dagli uragani Katrina e Rita costringono gli americani a fare i conti col caro-pompa e a cercare alternative meno costose.

Negli Stati Uniti è aumentata di colpo, nelle ultime settimane, la domanda per le automobili ibride , spinte da un propulsore a combustione interna abbinato a un motore elettrico . E c’è più interesse per le auto elettriche alementate a batteria convenzionale o a celle combustibili alimentati a idrogeno. I campanelli d’allarme sono squillati quando, in estate, la benzina ha superato i 3 dollari al gallone (ovvero quasi un dollaro al litro - un
gallone americano equivale a 3,7854 litri). I prezzi della benzina possono sembrare normali o perfino bassi agli europei, ma non agli americani, viziati da anni di prezzi stracciati . Oggi fare il pieno pesa anche sul portafoglio degli americani e le famiglie a reddito medio cominciano a fare attenzione ai consumi. Il cambiamento di clima si fa sentire al Tokyo Motor Show 2005 , al via da sabato 22 ottobre: le automobili ecologiche sono le protagoniste indiscusse , con meraviglie sperimentali come il veicolo capace di passare dal motore elettrico a quello a idrogeno, prodotto dalla Mazda, o la piccola auto a celle combustibili della Suzuki. Il messaggio del salone dell’auto giapponese: è urgente sviluppare auto con sistemi di propulsione diversi dai motori benzina e diesel.

Proprietà dell'articolo
fonte: Il Sole 24 Ore
creato: sabato 1 ottobre 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007