Archivio News » Archivio News

Presentato DDL per estendere l'uso del biodiesel.

Presentata una proposta per estendere l'utilizzo del biodiesel nelle città per correggere la rotta del governo che ha diminuito la quota di biodiesel esentasse offerta sul mercato.

Estendere l'utilizzo del biodiesel soprattutto nelle città . Questo l'obiettivo del disegno di legge presentato dal senatore Fausto Giovanelli , capogruppo Ds nella commissione Ambiente per "correggere, in particolare, la rotta del governo Berlusconi che ha diminuito la quota di biodiesel esentasse offerta sul mercato, compromettendo così una soluzione contro lo smog cittadino e la sopravvivenza delle aziende italiane che producono questo
carburante ecosostenibile". Il testo del ddl - ricorda Giovannelli in una nota - è in linea con due direttive comunitarie che impongono agli Stati comunitari di aumentare l'uso e il consumo di carburanti biologici ed ecologici . "In Italia è in corso una campagna in favore del biodiesel condotta da Dario e Jacopo Fo e Franca Rame - spiega il capogruppo Ds - il ricorso a questo combustibile vegetale può apparire persino scontato, dal momento che si tratta di olio di colza o di girasole, che può essere utilizzato anche dai normali motori diesel, che inquina molto meno del diesel e che attualmente può essere acquistato persino al supermercato.

Comporta emissioni minori di particolato e benzene, che causano il cancro, e di anidride carbonica, responsabile dell'effetto serra. Ciò che è meno noto, tuttavia - continua Giovanelli - è che se al biodiesel venisse applicata l'accisa gravante sugli altri carburanti costerebbe molto di più del gasolio di origine fossile. Per ovviare a questo problema, per stimolare le native aziende a produrre e gli automobilisti a consumare biodiesel, i governi dell'Ulivo nel 2001 stabilirono una quota di produzione di 300 mila tonnellate all'anno da immettere sul mercato senza accisa . Inoltre vennero concessi significativi contributi per lo sviluppo e la realizzazione di filiere biocombustibili".
"Con l'ultima finanziaria il governo Berlusconi - ricorda Giovanelli - ha però inferto un colpo durissimo alla produzione e al consumo di un carburante che può costituire un mezzo per combattere l'inquinamento nelle città ".

Proprietà dell'articolo
fonte: Katawebmotori
creato: domenica 1 maggio 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007