Archivio News » Archivio News

Il Giappone punta sulla sicurezza stradale.

Dispositivo di allarme obbligatorio in Giappone che avverte il conducente nel caso non si siano allacciate le cinture di sicurezza .

Il Giappone sarà il primo paese al mondo, a partire dal settembre di quest'anno, ad obbligare i produttori di auto a fornire i nuovi modelli in vendita di un dispositivo di allarme sonoro in caso il conducente avvii il veicolo senza allacciarsi le cinture di sicurezza . Lo ha reso noto oggi il ministero del territorio nazionale e dei trasporti che ha formalizzato una revisione del regolamento del codice della strada destinata ad entrare in vigore a partire da settembre. " Dobbiamo fare il possibile per ridurre gli incidenti stradali mortali. Il non uso delle cinture è una delle cause più frequenti ", ha detto un portavoce. In base al regolamento ancora in vigore, tutte le nuove auto devono essere fornite di una spia rossa lampeggiante in caso di cinture di sicurezza non allacciate da parte del conducente. Con l'ultima revisione sarà necessario un dispositivo di allarme sonoro destinato ad entrare in funzione qualora il conducente, senza allacciare le cinture, abbia fatto partire il veicolo e percorso almeno 500 metri o raggiunto una velocità di almeno 25 km. orari.

La sirena di allarme dovrà restare in funzione per oltre 30 secondi. Nel 2004 i morti complessivi per incidenti stradali in Giappone sono stati circa 7.400, una cifra relativamente bassa e inferiore all'Italia, considerato che il Giappone ha oltre il doppio di abitanti. Tra questi, circa 1.200 sono stati conducenti che non avevano le cinture di sicurezza allacciate. "Dobbiamo fare il possibile per contenere il numero di morti in incidenti stradali sotto la cifra di 5.000 all'anno" ha raccomandato di recente il primo ministro Junichiro Koizumi.

Proprietà dell'articolo
fonte: KatawebMotori
creato: martedì 1 marzo 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007