Archivio News » Archivio News

A Modena una motor valley ma mancano i finanziamenti.

Il direttore della Comunicazione e del brand management della Ferrari ha affermato che il progetto internazionale è pronto ma mancano i finanziamenti per poter procedere.

"A Modena stiamo preparando il centro studi della casa natale di Enzo Ferrari e vogliamo anche fare una Motor Valley : abbiamo indetto un concorso internazionale e ha vinto un gruppo inglese". Lo ha confermato Antonio Ghini, direttore della Comunicazione e del brand management della Ferrari, intervenuto ad un convegno sul turismo che si è svolto a Roma. "Stiamo cercando di fare il conto
economico ma - ha ammesso Ghini - non riusciamo a mettere insieme i soldi: abbiamo solo il 25% dei finanziamenti e per questo non abbiamo il coraggio di partire... Stiamo cercando gli sponsor, ma ormai sono una categoria in via di estinzione". Ghini ha fatto riferimento ad un suo recente viaggio a Shangai. "Il Motor Show di Shangai - ha detto - è il più importante del mondo. E' diventato un salone di grande attrazione, interesse e valore economico. Quel che voglio dire è che, attorno a noi, c'è una crescita potente di investimenti, una dimensione da grandi numeri. Il mondo si sta programmando per i grandi fenomeni". E invece lo stesso Ghini ha osservato come la Ferrari a Maranello abbia una galleria con circa 200 mila visitatori l'anno, "ma i presupposti non sono economici".

"Nonostante l'esperienza della Ferrari e il nome che abbiamo, con questa galleria sì, qualche soldo lo facciamo, ma... non c'è sistema". Il rappresentante della Ferrari non ha evitato di 'bacchettare' anche i presenti. "Si parla di Maranello e dei miracoli della Ferrari - ha osservato - ma miracoli non ce ne sono . In realtà, il lunedì mattina, siamo tutti a lavorare. E' un fatto di mentalità e di crederci". E comunque, ha concluso, anche essere "una piccola azienda automobilistica che si fa rispettare nel mondo è un modo per dimostrare come avere una mentalità giusta può portare grandi risultati".

Proprietà dell'articolo
fonte: Katawebmotori
creato: domenica 1 maggio 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007