Archivio News » Archivio News

Allo studio nuovi metalli super leggeri per la costruzione delle automobili.

L'inglese Keronite sta studiando metalli più leggeri per la realizzazione di veicoli, con una conseguente riduzione del consumo di carburante e di emissioni.

Il rispetto dell’ambiente e la riduzione dei consumi passa a volte anche per metalli speciali. Come quelli messi a punto dall’inglese Keronite, grazie a un’ innovativa tecnologia per il trattamento delle superfici. Il tutto per consentire ai produttori automobilistici di utilizzare metalli più leggeri per la realizzazione di veicoli, con una conseguente riduzione del consumo di carburante e di emissioni.

Un risultato non da poco considerando che attualmente il settore automobilistico è sottoposto a pressioni sempre maggiori da parte dei governi e dell’ opinione pubblica , affinché si trovi una soluzione per migliorare l’economia dei carburanti e ridurre le emissioni di CO2. Pensate che secondo fonti governative statunitensi, ad ogni riduzione del 10% del peso dei veicoli corrisponde una riduzione del 7% del consumo di carburante e delle relative emissioni.

Per quanto riguarda il settore automobilistico, Keronite ritiene che l’unico modo per migliorare la performance ambientale sia quello di attuare un ampio programma che preveda la sostituzione dei materiali impiegati.
Il processo Keronite consente di utilizzare leghe di magnesio e alluminio al posto dell’acciaio , con conseguenti benefici ambientali davvero significativi.
Basti pensare che i dati dell’US Council for Automotive Research indicano che ogni volta che si sostituiscono 10 kg di acciaio con 4 kg di magnesio, si registra un risparmio di almeno 100 kg di emissioni di CO2 nel corso della vita del veicolo. Questo significherebbe un risparmio di 4 milioni di tonnellate annue se i materiali di tutte le auto private del mondo venissero sostituiti.

Ma vediamo come funziona questa “ formula magica ”. La tecnologia per il trattamento delle superfici messa a punto dalla società utilizza l’ ossidazione elettrolitica del plasma (plasma electrolytic oxidation, PEO) per convertire la superficie dei metalli leggeri come l’alluminio, il magnesio e il titanio in ceramica estremamente resistente e densa e altamente resistente alla corrosione e al deterioramento. Utilizzando il processo in immersione, Keronite viene usato per il trattamento interno ed esterno delle superfici delle forme più complicate ed è impiegato con successo in vari settori industriali.

Inoltre il processo presenta altri vantaggi ambientali , oltre a consentire la sostituzione dei materiali. A differenza dei trattamenti convenzionali infatti, le soluzioni elettrolitiche di Keronite non contengono cromo né altri metalli pesanti, non contengono ammoniaca, acidi e le scorie residue derivanti dal processo non sono pericolose . Test iniziali condotti per una importante casa automobilistica hanno evidenziato che i componenti in magnesio rivestiti con il Keronite sembrano non presentare alcun problema nella fase di riciclo dei materiali.

Un metallo molto speciale quindi, che può essere usato per le intelaiature dei sedili, delle barre per il pannello di comando e dei supporti o per i contenitori dell’ air-bag. Il tutto per offrire maggiore resistenza al deterioramento delle parti esterne come ad esempio i binari del tettuccio, le maniglie delle portiere e le intelaiature, pannelli e rivestimenti per tergicristallo, e poi ancora maggiore resistenza al deterioramento dei componenti della trasmissione quali la copertura per la testa del cilindro e l’alloggiamento della scatola del cambio e la performance del motore è notevolmente migliorata grazie alla riduzione della temperatura dei pistoni in alluminio di circa 30° C.

Proprietà dell'articolo
fonte: KatawebMotori
creato: venerdì 1 aprile 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007