Archivio News » Archivio News

Niente patentino per i maggiorenni di oggi.

Il ministero dei Trasporti sta esaminando l'ipotesi di slittamento del termine di entrata in vigore dell'obbligo per i maggiorenni del patentino per guida di ciclomotori.

"Il ministero dei Trasporti sta esaminando l'ipotesi di slittamento del termine di entrata in vigore dell' obbligo per i maggiorenni di conseguire il certificato di idoneità per la guida di ciclomotori prevedendo la possibilità di esonero dall'esame per il conseguimento del certificato medesimo di coloro che abbiano compiuto la maggior età prima dell'entrata in vigore della legge".

E' quanto ha affermato il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Pietro Lunardi ,
rispondendo ad una interrogazione sull'estensione dell'obbligo di conseguire il 'patentino' per la guida di ciclomotori ai maggiorenni che non siano già titolari di patente di guida.

"Si tratta tuttavia - ha detto Lunardi - di un numero residuale di casi. Tra questi rientrano tutti quei soggetti di età avanzata con un basso livello di scolarizzazione per i quali il ciclomotore costituisce spesso l'unico mezzo di trasporto disponibile . Le misure allo studio - ha proseguito il ministro - sono protese a elevare il livello di sicurezza della circolazione: per cui dovranno esser regolati quei casi di conducenti i quali pur essendo stata revocata, sospesa o non rilasciata la patente per mancanza di requisiti è invece consentita la guida di ciclomotori.

In tale quadro, proprio per offrire una maggior garanzia di sicurezza - ha sottolineato Lunardi - anche i maggiorenni privi di patente per i quali si ipotizza l'esonero dell'esame per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori saranno comunque tenuti a richiedere il rilascio di un certificato medico che ne attesti l'idoneità alla guida".

"L'intento mio e del governo - ha precisato il ministro - è quello di gravare il meno possibile su questa cerchia di utenti evitando inutili appesantimenti burocratici e fiscali che potrebbero causare la rinuncia alla guida del mezzo con gravi conseguenze sociali. Per questo, mentre si prevede la proroga della scadenza dall' 1 luglio 2005 al luglio 2006, - ha spiegato Lunardi - il rilascio del certificato medico con i requisiti psicofisici potrà costituire base necessaria e sufficiente per ottenere dalla motorizzazione un documento di abilitazione. Resterà fermo ovviamente - ha concluso Lunardi - l'obbligo del patentino per i giovani che divenendo maggiorenni non dovessero ottenere la patente di guida per auto ovvero per moto con cilindrata superiore ai 125 centimetri cubici".

Proprietà dell'articolo
fonte: La Repubblica
creato: mercoledì 1 giugno 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007