Archivio News » Archivio News

La polizia stradale tiene lezione di sicurezza agli studenti.

Alla scuola media Fontanesi di Reggio Emilia una mattinata degli agenti con i ragazzi.

Un'inconsueta ma entusiasmante lezione di educazione stradale all'aperto, nonostante la rigida temperatura invernale, è stata svolta nel cortile della scuola media "Fontanesi" di via Kennedy. All'interno di una più vasta iniziativa realizzata dalla questura di Reggio Emilia , che in questo modo ha voluto far conoscere ai giovani la figura del poliziotto di prossimità, è toccato questa volta alla polizia stradale intrattenere le quattro classi di terza media dell'istituto reggiano sui principali temi di sicurezza stradale.

Per l'occasione, lungo il cortile dell'istituto scolastico sono stati sistemati alcuni mezzi della polstrada, fra cui un'Alfa 156 comunemente utilizzata in autostrada ed una moto Bmw di ultima generazione. A spiegare ai ragazzi il modo con cui i cosiddetti "angeli della strada" sorvegliano le strade sono stati l'ispettore capo Roberto Rocchi e l'agente scelto Ilio Betti, che hanno mostrato loro le moderne tecnologie e gli accessori di cui sono dotati i veicoli per affrontare le emergenze di tutti i giorni.

Particolarmente importante è stata anche la lezione di educazione stradale che ha coinvolto i ragazzi che hanno già conseguito il patentino per ciclomotore, ai quali è stato spiegato quale comportamento occorre seguire per evitare di rimanere coinvolti in spiacevoli incidenti stradali.

Numerose anche le domande rivolte dagli studenti agli operatori della polstrada, prima fra tutte quella riguardante l'iter per entrare in polizia, ma a lungo ci si è soffermati anche sulle modalità di accertamento dello stato di ebbrezza alcolica e dell'uso di sostanze stupefacenti.

Alcuni ragazzi hanno invece voluto provare l'ebbrezza di salire a bordo dell'auto della polizia, dichiarando tutta la loro soddisfazione al termine dell'incontro. La visita della polstrada sarà poi oggetto di alcune riflessioni all'interno delle classi, che li ha visti impegnati in diverse lezioni di educazione e sicurezza stradale.
Nelle prossime settimane gli incontri proseguiranno, grazie anche all'ausilio del personale della questura, in altre scuole della provincia reggiana.

 
Proprietà dell'articolo
fonte: Emilianet
creato: sabato 1 gennaio 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007