Archivio News » Archivio News

Patentino: servirà il controllo dei requisiti psicofisici

Tra le varie proposte e normative allo studio del governo per migliorare la sicurezza stradale "c'e' l'introduzione dell'obbligo del controllo dei requisiti psicofisici per i conducenti di ciclomotori".

Lo ha reso noto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Pietro Lunardi, rispondendo in question time alla Camera ad una interrogazione del parlamentare di Forza Italia, Domenico Di Virgilio.
"Occorre considerare che spesso il ciclomotore , ovvero i quadricicli leggeri che allo stesso sono assimilati - ha premesso Lunardi - sono utilizzati proprio da coloro cui viene sospesa o revocata la patente di guida per mancanza di requisiti di idoneita' psicofisica e cio' non contribuisce certamente a preservare l'incolumita' degli utenti della strada". E se il ministero delle Infrastrutture "nella fase dei lavori per le modifiche del Codice della strada aveva gia' proposto di subordinare il rilascio dell'abilitazione alla guida dei ciclomotori alla sussistenza dei requisiti di idoneita'", l'accertamento di idoneita' e' anche "in linea con il progetto di direttiva sulle patenti di guida attualmente in discussione al Parlamento europeo: un progetto che prevede, tra l'altro, l'istituzione di una specifica categoria denominata AM necessaria per condurre i ciclomotori, il cui conseguimento e' subordinato al superamento di una prova di esame teorica - i singoli stati membri potranno prevedere come opzione anche un esame pratico - e alla verifica di requisiti di idoneita' psicofisica".
L'obbligo dell'abilitazione per condurre i ciclomotori per coloro che non siano gia' titolari di patenti di guida - ha sottolineato ancora il ministro - "e' una chiara dimostrazione dell'attenzione che il governo ha posto per migliorare la sicurezza della circolazione stradale e ridurre il numero degli incidenti e le loro conseguenze. Un'attenzione riposta su tutti ma specialmente nei confronti di coloro che purtroppo con una drammaticita' sistematica perdono la vita, con una soglia statistica superiore al 50%, cioe' i giovani". Dal 1 luglio 2004, data di entrata in vigore dell'obbligo del patentino per i minorenni, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha effettuato "quasi 875 mila esami rilasciando circa 600 mila certificati di idoneita' alla guida dei ciclomotori e respingendo 275mila studenti o esaminandi".

Proprietà dell'articolo
fonte: AGI
creato: martedì 1 febbraio 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007