Archivio News » Archivio News

Anche a Modena parte "Vacanze coi fiocchi".

La campagna viene proposta anche quest’anno dalla Provincia di Modena , in collaborazione con 118 Modena soccorso , Croce rossa , Croce blu , Misericordia , l’ associazione Familiari vittime della strada e l’ associazione "La strada non è una pista" .

Al progetto ha aderito anche il Modena F.C , nell’ambito di un accordo con la Provincia per la promozione di campagne di particolare valore sociale : anche il capitano della squadra Nicola Campedelli e l’attaccante Gyan Asamoah figurano tra i testimonial della campagna partecipando alla realizzazione di uno spot sulla sicurezza stradale per le emittenti televisive locali. Tra i temi della campagna spicca, quest’anno, il problema dell’ abuso di alcol , evidenziato dallo slogan
" Se guidi, l’alcol non è un buon compagno di viaggio ".

"Quasi il 40 per cento degli incidenti gravi o mortali – afferma Maurizio Guaitoli , assessore provinciale alla Sanità – in Italia è causato dall’uso e dall’abuso di alcol. E il fenomeno colpisce soprattutto i giovani ". Anche se assunto in quantità modeste, l’alcol riduce la capacità visiva, provoca sonnolenza e rallenta i riflessi. In quantità elevate, poi, rende estremamente pericolosa la guida, per sé e per gli altri. Tutti fattori largamente sottovalutati dagli automobilisti, soprattutto dai giovani.

EVITARE ALCOL E PASTI PESANTI, SEMPRE CASCO E CINTURE
Per una partenza all’insegna della sicurezza occorre innanzitutto prepararsi bene . E’ questa la prima raccomandazione contenuta nel libretto " Vacanze coi fiocchi " che viene distribuito gratuitamente negli Urp dei Comuni, da enti e associazioni alla vigilia delle vacanze di agosto.

Prima di mettersi alla guida, quindi, evitare pasti abbondanti e alcolici, utilizzare per i bambini gli appositi seggiolini , controllare l’ efficienza del veicolo , non sovraccaricare l'auto, allacciare le cinture di sicurezza (o il casco per chi è in moto) e pianificare percorsi alternativi .

La distrazione è la principale causa di incidenti stradali. Occorre quindi concedersi soste frequenti (una pausa di mezz’ora ogni 300 chilometri di viaggio), moderare la velocità, mantenere la distanza di sicurezza , accendere i fari in autostrada e nelle strade extraurbane, non impegnare la corsia di emergenza e attenzione a non farsi distrarre dal cellulare .

Un capitolo del libretto è dedicato all’alcol e in particolare al tema della quantità ritenuta pericolosa che non è sempre la stessa ma varia da persona a persona (per sesso, età, peso, stomaco pieno o vuoto e l’abitudine al consumo). Attenzione quindi perché, specie nei giovani, basta un bicchierino prima di mettersi alla guida per trasformare una gita divertente in una tragedia .

Proprietà dell'articolo
fonte: Provincia di Modena
creato: lunedì 1 agosto 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007