Archivio News » Archivio News

Veicoli ecologici: la giunta modenese raddoppia, il governo taglia.

L'Assessore alla mobilita' Sitta : "già nel 2004 abbiamo incrementato il fondo per le trasformazioni e nel 2005 abbiamo raddoppiato i finanziamenti . Il governo, invece, ha sospeso ogni incentivo.

L’assessore alla mobilità, Daniele Sitta , precisa la situazione dei contributi messi a disposizione dal Comune di Modena per la trasformazione, da benzina a metano o Gpl , dei veicoli non a norma e per l’acquisto di biciclette elettriche e di mezzi elettrici di interesse pubblico. “Una precisazione dovuta ai cittadini modenesi
-dice Sitta - che potrebbero farsi idee sbagliate a seguito delle fantasiose dichiarazioni del consigliere di Forza Italia Andrea Leoni.” Leoni, infatti, ha criticato da un lato gli interventi relativi alla realizzazione delle rotatorie e dall’altro ha affermato che il Comune di Modena non è impegnato nella politica degli incentivi per i mezzi ecologici . “Sulle rotatorie -prosegue Sitta - parlano i fatti, i cantieri in corso e le opere che presto i modenesi potranno utilizzare per spostarsi meglio in città. Sugli incentivi, invece, certe affermazioni potrebbero indurre a valutazioni sbagliate e quindi serve sottolineare che questa giunta già nel 2004 ha rifinanziato il fondo per la trasformazione dei veicoli non a norma, di fatto rispondendo a tutte le richieste pervenute. Nel 2005 questo strumento è stato ulteriormente valorizzato con il raddoppio delle risorse messe a disposizione dei modenesi e comunque con l’intenzione dichiarata di accogliere tutte le domande che avranno i requisiti richiesti.” Lo stesso criterio è stato applicato per l’acquisto di biciclette elettriche , per l’adeguamento delle piste ciclabili e più in generale per tutte le politiche volte ad un progressivo miglioramento della qualità dell’aria . “Il Comune di Modena - ancora l’assessore alla mobilità- sta facendo la sua parte ed anche qualcosa in più visto che abbiamo deciso di concedere aiuti anche a quanti acquistino vetture elettriche che abbiano un impiego pubblico (ad esempio i taxi), mentre questo compito, insieme ai contributi per tutti i mezzi nuovi a metano o gpl , se l’era assunto il governo con il Decreto Energia del settembre del 2004. Bene -conclude Sitta - dopo soli sette mesi quello stesso governo ha deciso di sospendere tutti gli incentivi e lo ha fatto in piena emergenza inquinamento, un atteggiamento che si commenta da solo, così come le affermazioni del consigliere Leoni.”

Proprietà dell'articolo
fonte: Comune di Modena
creato: domenica 1 maggio 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007