Archivio News » Archivio News

“Accorcia la notte, allunga la vita”

Primo sì della Camera al disegno di legge che introduce limiti notturni a musica e alcool nei locali da ballo. E mentre si prospettano già modifiche al testo atteso a Montecitorio il prossimo 22 marzo, il ministro Giovanardi presenta gli spot tv con testimonial personaggi dello spettacolo come Michelle Hunziker.

"Accorcia la notte, allunga la vita" è lo slogan scelto per la campagna informativa che accompagnerà l’iter della nuova legge riguardante le cosiddette “stragi del sabato sera”.

Si tratta di un paio di spot tv che andranno in programmazione da marzo e che vedono come testimonial personaggi dello sport e dello spettacolo: Michelle Hunziker, Paola Ferrari, Roberta Capua, Mario Cipollini, Roberto Mancini.

La commissione Affari costituzionali della Camera ha dato il via libera al provvedimento che ha come obietttivo finale quello di disciplinare taluni aspetti dell'esercizio dei locali di intrattenimento e di svago attraverso misure di vario tipo:

- iscrizione ad apposito registro presso le Camere di commercio per chi gestisce in forma d'impresa locali di intrattenimento;
- misure per stroncare il commercio di stupefacenti nei locali;
- previsione di limiti massimi riguardanti illuminazione e microclima interno dei locali unitamente alla diminuzione delle emissioni acustiche ed al divieto di luci ad intermittenza nell'ora precedente la chiusura,
- divieto di impiegare fasci di luci laser superiori a determinata potenza.

L'orario di chiusura dei locali di intrattenimento sarebbe fissato entro le tre del mattino, con divieto di riapertura nelle otto ore successive e con divieto di distribuzione degli alcolici nell'ora precedente la chiusura, mentre in tutti i locali pubblici o aperti al pubblico (bar, ristoranti, circoli) sarà vietata la vendita ed il consumo di alcolici e superalcolici fra le tre e le cinque del mattino.

Ma sul testo, atteso all’esame dell’Aula di Montecitorio il prossimo 22 marzo, c’è l’incognita del parere della Commissione Finanze della Camera, che chiede modifiche al testo poiché i divieti di vendita sugli alcolici “comporterebbero un minor gettito fiscale”.
Proprietà dell'articolo
creato: domenica 1 febbraio 2004
modificato: venerdì 23 febbraio 2007