Archivio News » Archivio News

Videogiocando si impara

Un CD Rom adottato dall’Osservatorio per l’educazione stradale dell’Emilia-Romagna. Contenuti aggiornabili via Internet.

Si chiama “Drive” ed è un nuovo videogioco finalizzato a promuovere l'educazione e la sicurezza stradale nelle scuole italiane.
Contiene schede didattiche sull'educazione stradale, il manuale della patente A e B con la simulazione dell'esame teorico, la verifica su strada in una città tridimensionale; e ancora, il manuale per il nuovo patentino per i ciclomotori, destinato a entrare in vigore il 1° luglio prossimo.
Tutti i contenuti di “Drive” sono aggiornabili via Internet, in linea con le eventuali modifiche legislative e regolamentari. La parte della simulazione, ovvero quella più richiamabile ad un moderno videogame, prevede di poter guidare la propria auto o motorino dove si vuole, ma a differenza dei comuni videogame di corse, qui quando si urta un ostacolo, se ne subiscono le conseguenze: non c'è soltanto una valutazione dei danni subiti dal veicolo e delle responsabilità, ma si visualizzano anche i danni fisici; il guidatore indisciplinato può finire, virtualmente, anche in sedia a rotelle per tutta la vita.

“Da anni con l'Osservatorio”, spiega Emanuela Bergamini Vezzali , che ha fornito la sua esperienza per la messa a punto dei contenuti di Drive, “abbiamo sviluppato programmi con le scuole per promuovere educazione e sicurezza sulle strade, utilizzando diversi linguaggi, come per esempio canzoni e spot pubblicitari. Abbiamo scelto il videogioco e il Cd-Rom perché ci sembrava il migliore dal punto di vista della comunicazione con i giovani, già abituati a utilizzare programmi interattivi come passatempo. Importante era avere anche un mezzo efficace e veloce per informarli sulle novità del codice, che obbligheranno anche i minorenni a conseguire il patentino per la guida dei ciclomotori a partire dal 1° luglio 2004. Ci sono circa 60 mila ragazzi interessati da questa novità nella sola Emilia Romagna; a loro abbiamo fatto avere il gioco, tramite le scuole. Abbiamo coinvolto anche le polizie municipali e già ci arrivano le prime telefonate di educatori e studenti che apprezzano l'iniziativa”.

Drive però non è indirizzato solo a enti e istituzioni – spiegano i realizzatori bolognesi di Koala Games. “Chi volesse acquistarlo, per esempio per educare i propri figli al corretto utilizzo del motorino o dell'automobile, può inviare un'e-mail all'indirizzo info@koalagames.it
Proprietà dell'articolo
creato: sabato 1 maggio 2004
modificato: venerdì 23 febbraio 2007