Archivio News » Archivio News

Lunardi: dal 2005 patentino anche per i motorini

Il ministro dei Trasporti ribadisce le novità in arrivo per le due ruote. Ma sul numero degli incidenti motociclistici è guerra di cifre con l’Ancma.

Tra i molti temi che anche quest’anno offre il Salone del ciclo del motociclo di Milano, quello della sicurezza rimane uno dei temi dove più alto è il confronto.

Partecipando all’inaugurazione, il ministro Lunardi ha presentato un quadro sull’indidentalità stradale italiana relativa alle due ruote. “La metà dei 250mila incidenti che avvengono ogni anno riguardano motociclisti”. Troppi, sostiene Lunardi, aggiungendo che i minorenni, dopo l’introduzione del patentino dal luglio 2004, dall’estate 2005 anche i maggiorenni senza patente dovranno effettuare i corsi e tutti saranno sottoposti al regime a punti.

Date a parte, sono i dati che non convincono l’Ancma, l’Associazione nazionale dei costruttori. “Le cifre del ministro riguardano le elaborazioni Istat del 2001”, sostiene il presidente Ivano Beggio. “Quelli attuali – dice – riportano un’incidentalità del 30% rispetto alle quattro ruote. E nel 40% dei casi – conclude Beggio – i motociclisti sono investiti da altri veicoli e non hanno responsabilità nel sinistro”.
Proprietà dell'articolo
creato: lunedì 1 settembre 2003
modificato: venerdì 23 febbraio 2007