Al via la settimana della sicurezza stradale, alla Motorizzazione test, quiz e prove gratuite

Test, simulazioni, prove di velocità e di guida sicura, quiz per il patentino. Sono alcune delle iniziative che dal 23 aprile, gratuitamente, prenderanno avvio alla Motorizzazione civile in occasione della Settimana mondiale della sicurezza stradale.


Oltre al ministero dei Trasporti, collaborano Provincia (assessorato alla Sanità e politiche sociali), Comune di Modena e Polizia municipale, Azienda Usl, Ufficio scolastico provinciale, associazione Panathlon e Associazione familiari vittime della strada.

«Abbiamo programmato una serie di iniziative dirette a rafforzare il messaggio della sicurezza stradale – spiega Gioacchino Di Mari, direttore della motorizzazione di Modena – con un’attenzione rivolta prevalentemente ai giovani per sensibilizzarli al rispetto delle norme di comportamento sulla circolazione stradale, nonché sugli effetti  legati all’uso di sostanze alcoliche e stupefacenti. Inoltre, il nostro ufficio si è riorganizzato creando un apposito settore per intervenire tempestivamente sui provvedimenti di revisione patente legati all’esaurimento punti nonché sui provvedimenti di revisione patente legati agli incidenti stradali».

La settimana della sicurezza stradale è stata presentata alla stampa alla presenza del prefetto Giuseppe Ferorelli, del questore Elio Graziano, del comandante dei Carabinieri Marco Rizzo, del comandate della Guardia di Finanza Giuseppe Cananzi e di Massimo Minesso, ispettore superiore della Polizia stradale. «I dati impressionanti degli incidenti stradali – afferma Maurizio Guaitoli, assessore provinciale alla Sanità e  alle politiche sociali – rappresentano un’emergenza planetaria: un milione e 200 mila morti ogni anno sulle strade del mondo pari a quelli provocati da tubercolosi o malaria; nel mondo ogni tre minuti un bambino muore in incidente stradale; oltre il 90 per cento degli incidenti avviene nei paesi in via di sviluppo».

In Italia e a Modena la settimana «è l’occasione per promuovere la sicurezza stradale dal momento che siamo ancora lontani dall’obiettivo europeo di ridurre del 50 per cento le vittime della strada entro il 2010» sottolinea l’assessore Guaitoli ricordando che «la Provincia è impegnata per promuovere prevenzione ed educazione stradale: formazione nelle scuole; campagne contro l’abuso di alcolici, di sostanze stupefacenti e contro le stragi del sabato sera; contrasto agli eccessi di velocità, tra le principali cause della mortalità stradale; difesa dell’utenza debole come pedoni, ciclisti e motociclisti».

Proprietà dell'articolo
creato: giovedì 26 aprile 2007
modificato: giovedì 26 aprile 2007