Archivio News » Archivio News

Entro il 2008 sara' completata la complanare sud.

L’assessore alla Mobilità del Comune di Modena Daniele Sitta ha dichiarato che esistono gli estremi per una consegna definitiva dell'opera entro la fine del 2008.

“Entro marzo 2006 sarà conclusa la progettazione del prolungamento della tangenziale complanare sud dalla Nuova Estense al casello sud dell’Autostrada A1. Entro giugno si concluderanno anche la condivisione del progetto da parte di Anas e la Conferenza dei Servizi per l’approvazione dell’opera. I tempi per l’affidamento dei lavori dipenderanno dalla modalità che Anas
sceglierà. L’affidamento diretto alla ditta che sta costruendo la quarta corsia autostradale ridurrebbe molto i tempi rispetto all’affidamento mediante gara da parte di Aspi (Autostrade per l’Italia), che richiederebbe almeno 6-8 mesi. Una volta affidati, i lavori dureranno circa venti mesi, quindi l’ opera potrebbe essere conclusa entro la fine del 2008 ”. Lo ha dichiarato nel corso del Consiglio comunale l’assessore alla Mobilità Daniele Sitta , rispondendo ad un’interrogazione di Ubaldo Fraulini (Ds), con cui il consigliere chiedeva quale fosse lo stato di avanzamento dei lavori di progettazione e realizzazione del prolungamento della tangenziale sud dalla Nuova Estense al casello della A1, chiedendo anche conto dei “ gravissimi ritardi ” rispetto all’ipotesi d’origine in cui si dava per certa l’approvazione dei progetti preliminari entro il marzo del 2002. Sitta ha ripercorso l’iter del progetto, mettendo in rilievo i ritardi dovuti al vincolo su Villa Lonardi e il conseguente slittamento dei tempi necessari per i pareri degli enti coinvolti, a cui si aggiunge il ritardo del parere finale del Comitato di Settore del Ministero per i beni Culturali, pervenuto solo il 7 febbraio 2006: “Nel gennaio 2006 – ha aggiunto Sitta – in un apposito incontro Aspi ha comunicato verbalmente che sta provvedendo alla predisposizione del progetto definitivo con il quale il Comune dovrà indire la Conferenza di Servizi per l’approvazione definitiva dell’opera”. L’assessore ha aggiunto che “dal quadro descritto, sono evidenti le difficoltà incontrate nel corso degli anni per giungere allo stato attuale delle cose. Il Comune, comunque, si è sempre adoperato per giungere nel più breve tempo possibile alla soluzione dei problemi di volta in volta incontrati, facendosi parte attiva anche quando non direttamente soggetto competente.

È con questo spirito che il Comune di Modena si è reso da sempre disponibile ad indire esso stesso la Conferenza di Servizi per l'approvazione definitiva dell'opera, ancorché interessante più comuni e quindi di interesse sovracomunale, per avere il controllo diretto anche di questa importante e delicata fase, per i contenuti ed i tempi, dell'iter procedurale a cui è sottoposta l'opera. Tale approccio – ha concluso Sitta - verrà mantenuto anche nel prosieguo delle attività, monitorando costantemente l'attività sia di progettazione sia di affidamento e realizzazione lavori da parte di ASPI, sollecitando quest'ultima a ridurre quanto più possibile i tempi, per giungere quanto prima alla piena operatività dell'opera”. In fase di replica Fraulini ha dichiarato che “alla luce di tutti i ritardi accumulati, sarebbe comunque una grande notizia riuscire a poter percorrere davvero la nuova strada entro la fine del 2008”.

Proprietà dell'articolo
fonte: Comune di Modena
creato: mercoledì 1 febbraio 2006
modificato: venerdì 23 febbraio 2007