Archivio News » Archivio News

Accordo Regione-Inail per ridurre gli incidenti stradali.

Le diverse attività oggetto del protocollo riguarderanno una delle aree , a livello regionale, con il più alto numero di incidenti stradali: la provincia di Modena , dove si è passati dai 1.973 del 2004 ai 2.049 del 2005.

Per ridurre il numero degli incidenti stradali , l'Osservatorio per l'educazione stradale e la sicurezza della Regione Emilia Romagna e la Direzione regionale Inail (Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) hanno sottoscritto un protocollo, che prevede un programma biennale di interventi (2007-2008) da realizzare con risorse, che ammontano a 450mila euro, stanziate dallo
stesso Inail.

Ne ha dato annuncio in Regione l'assessore alla Mobilità e Trasporti Alfredo Peri , ricordando che nel 2004 in Italia, su 87.489 incidenti stradal i accaduti durante lo svolgimento della propria professione e riconosciuti dall'Inail, 12.275 sono avvenuti in Emilia Romagna . Di questi, 10.270 si sono consumati 'in itinere', cioè nel percorso casa-lavoro o viceversa. Cifre destinate a salire ancora l'anno seguente : nel 2005, su un totale di 97.600 incidenti, hanno raggiunto quota 13.897 (di cui 9.674 'in itinere') quelli avvenuti sul territorio regionale. Le diverse attività oggetto del protocollo interesseranno una delle aree, a livello regionale, con il più alto numero di incidenti stradali legati al lavoro: la provincia di Modena, dove si è passati dai 1.973 del 2004 ai 2.049 del 2005 .

"È un accordo innovativo, nel metodo e nel merito - ha sottolineato Alfredo Peri , assessore alla Mobilità e Trasporti della Regione Emilia-Romagna -, che affronta un tema delicato. Importante è la collaborazione con Inail, che mette a disposizione risorse economiche e professionalità per contribuire a una maggiore sicurezza anche a chi si sposta soprattutto per lavoro. Per l'Osservatorio per l'educazione stradale questo protocollo rappresenta un ulteriore riconoscimento della propria affidabilità".

Con la sigla del protocollo, l'Osservatorio per l'educazione stradale e la sicurezza della Regione e l'Inail hanno stabilito di articolare il programma di interventi, a partire dal gennaio prossimo , su più canali: formazione (ad esempio, corsi per la guida sicura e per favorire corretti stili di vita), informazione (diffusione di depliant, campagne, manifesti), prevenzione , controllo , conoscenza (realizzazione di indagini statistiche sul comportamento degli autotrasportatori). All'intero progetto collaboreranno Prefettura, enti locali, azienda sanitarie e ospedaliere, forze dell'ordine, Società Autostrade, imprese del territorio; è previsto inoltre il coinvolgimento nel progetto dei sindacati e delle associazioni di categoria.

Proprietà dell'articolo
fonte: Il Resto del Carlino
creato: mercoledì 1 novembre 2006
modificato: venerdì 23 febbraio 2007