Archivio News » Archivio News

Lievi inasprimenti di pena per i pirati

La Camera modifica il codice della strada che ora torna al Senato. Sino a 3 anni per chi non si ferma dopo aver causato un incidente con feriti.

Il 19 febbraio 2003 la Camera dei deputati ha approvato una proposta di modifica di legge del codice della strada relativo alle omissioni di soccorso.
Per il testo già esaminato una volta dalla Camera, modificato dal Senato e cambiato di nuovo, è richiesto ora un ulteriore passaggio al Senato per l’approvazione definitiva. Per i cosiddetti pirati della strada sono in arrivo lievi inasprimenti della pena: fino a 3 anni di carcere e sospensione della patente per chi non si ferma dopo aver causato un incidente con feriti. Provvedimenti anche per il reato di omissione di soccorso in generale, in cui può incorrere anche chi non ha causato un incidente, ma ha provocato un ferito. Potrà evitare il carcere chi infine si mette a disposizione della polizia nelle 24 ore successive al fatto.

I dati relativi alle omissioni di soccorso in Italia sono drammatici: Nel 2002 i morti in incidenti con fuga e omissione di soccorso sono stati 861 (63 con vittime, 768 con feriti) e 640 quelli del 2001 (46 con vittime, 594 con feriti. 1160 sono stati i feriti dai pirati nel 2002 (1066 nel 2001).

Informazioni pù dettagliate si trovano nella nostra sezione ‘Rassegna Stampa’, relativa al 20 febbraio 2003.
Proprietà dell'articolo
creato: lunedì 1 gennaio 1900
modificato: venerdì 23 febbraio 2007