Archivio News » Archivio News

Trasporti: nasce l'Archivio Nazionale Strade.

Dal 1° giugno e' diventato operativo l' Archivio Nazionale Strade istituito dal Ministero Infrastrutture e Trasporti in adempimento a una normativa del Codice della strada del 1992.

Ne ha dato notizia il Ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi . Si tratta, ha spiegato Lunardi, di "un sistema informatico dinamico in grado di fornire una visione organica e esauriente della rete viaria nazionale". Non si tratta di un archivio, nel senso di "deposito" di informazioni, ma piuttosto di uno strumento progressivamente aggiornato che permette agli enti interessati (regioni, province, comuni, gestori strade e autostrade) e ai singoli utenti, di essere informati sulla evoluzione del traffico e sulla localizzazione degli incidenti.

La premessa all'organicità dell'operazione è stata, ha aggiunto il Ministro, la costituzione di una " cartografia ufficiale che unifica definitivamente la nomenclatura di tutte le strade, eliminando la disomogeneità con cui fino ad oggi sono state indicate alcune reti viarie del Paese".

L'Archivio stradale quindi mette a disposizione di enti e singoli utenti una cartografia " digitale, omogenea ed esauriente " della rete stradale italiana, nazionale e metropolitana, arricchita con immagini satellitari ravvicinate. L'Archivio fornisce poi periodicamente i dati sui flussi di traffico di ogni strada, agevolando l'individuazione di problematiche viarie.

L'Archivio, inoltre, raccoglie tutti i dati sugli incidenti stradali (tipo, gravità, causa...), consentendo interventi risolutivi sui tratti "critici". Ci sono ancora dei nodi ancora da sciogliere, come ad esempio la disomogeneità nella raccolta dei dati del traffico da parte dei diversi enti (da quelli che gestiscono la rete nazionale ai piccoli comuni) e il ritardo dell'elaborazione delle casistiche degli incidenti: le tabelle che da domani saranno contenute nell'Archivio sono, infatti, il frutto dell'elaborazione di dati del 2003.

In prospettiva, ha aggiunto ancora il Ministro Lunardi , l'Archivio permetterà al singolo automobilista, informato sulla qualità delle strade, sui flussi di traffico, sull'incidenza degli scontri stradali e sulle condizioni meteo, "di pianificare un viaggio proprio come un pilota d'aereo organizza la sua rotta". Le cartine usate fino ad oggi "sono sempre un riferimento - ha concluso Lunardi - ma ovviamente ora si partirà con nuovi criteri, che permetteranno a tutti di parlare la stessa lingua in materia di strade".

Proprietà dell'articolo
fonte: Help consumatori
creato: mercoledì 1 giugno 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007