Archivio News » Archivio News

Piu' sicura la guida di notte.

Bmw introduce due nuovi ed innovativi sistemi per migliorare la visione al buio.

La guida notturna è indubbiamente una delle situazioni più stressanti e rischiose che debba affrontare un automobilista. Un aiuto arriva dalla BMW che sviluppa già da diversi anni delle tecnologie innovative che assistono il guidatore durante la guida notturna e contribuiscono ad aumentare la sicurezza generale della
circolazione.

Grazie ai nuovi sistemi di assistenza al guidatore “ Night Vision ” e all' Assistente fari abbaglianti , è possibile viaggiare dopo il tramonto e di notte con una visione notturna migliorata , così da riconoscere in tempo eventuali situazioni critiche e adeguare lo stile di guida. Infatti, il guidatore potrà aumentare sensibilmente la propria sicurezza riconoscendo in tempo delle situazioni potenzialmente critiche, così da evitare azioni errate. In questo modo il guidatore percepisce un notevole aumento del comfort e maggiore relax alla guida.

Ma vediamo come funzionano questi dispositivi. Night Vision è una innovativa tecnologia agli infrarossi per aumentare la sicurezza al buio. Una videocamera termica copre una zona di 300 metri davanti alla vettura. Più intenso è il calore registrato dalla videocamera, più chiara risulta l'immagine visualizzata sul monitor centrale. Persone (come pedoni lungo il bordo della strada) e animali sono così le zone più chiare dell'immagine - e naturalmente i punti importanti sui quali ci si concentra durante una guida prudente. Il sistema risulta molto utile soprattutto durante i viaggi lunghi su strade statali, in vicoli stretti, passi carrai in cortili e garage sotterranei bui e aumenta sensibilmente la sicurezza durante la guida notturna.

Per sviluppare questo sistema, dopo avere eseguito una serie di studi comparativi, gli ingegneri BMW hanno dato la preferenza all'innovativa tecnologia FIR ( FarInfraRed = infrarossi a distanza ) perché ritenuta ideale per riconoscere persone, animali e oggetti di notte. Studi scientifici confermano che la tecnologia FIR è più idonea della tecnologia NearInfraRed ( NIR = infrarossi per la vicinanz a). BMW ha sfruttato così i vantaggi del principio FIR e completato la tecnologia con delle funzioni automobilistiche. Ad esempio, l'inquadratura segue nitida l'andamento della carreggiata (panning) e oggetti lontani sono ingrandibili (zoom). Night Vision può essere attivato/disattivato attraverso un pulsante posizionato vicino al comando delle luci.

L' Assistente fari abbaglianti , invece, offerto a partire dall'autunno sulle vetture della Serie 5, 6 e 7 consiste in un sensore a videocamera inserito nel supporto del retrovisore interno che registra il traffico e comanda automaticamente l'attivazione e la disattivazione dei fari abbaglianti. Il sistema rileva la luce dei proiettori e i fari posteriori degli autoveicoli così come l'illuminazione stradale. In assenza di veicoli che precedono o incrocianti, si attivano i fari abbaglianti ma solo a condizione che l'illuminazione stradale sia insufficiente.

Il solito studio scientifico, condotto negli Stati Uniti, ha dimostrato che i fari abbaglianti vengono utilizzati solo raramente , nonostante sia possibile e raccomandabile in numerose situazioni. L' Assistente fari abbaglianti contribuirà così a un maggiore, e migliore, utilizzo dei fari abbaglianti. Inoltre, proteggerà gli altri automobilisti da un fascio luminoso abbagliante, una situazione che subentra sempre quando il guidatore non li spegne o li spegne troppo tardi.

Night Vision e l' Assistente fari abbaglianti costituiscono attualmente gli elementi centrali di un'iniziativa BMW che ha l'obiettivo di rendere la guida notturna più sicura per tutti e di aumentare il comfort per il guidatore. Il primo elemento introdotto fu la luce allo xeno con potere luminoso e profondità d'illuminazione maggiori, introdotta nel 1991 (bi-xeno per fari abbaglianti e anabbaglianti nel 2001), seguì l' Adaptive Light Control nel 2003 con i proiettori orientabili lungo l'asse orizzontale che illuminano molto meglio l'andamento della carreggiata. Naturalmente la sfida per migliorare le condizioni di sicurezza di guida è sempre aperta e in continua evoluzione.

Proprietà dell'articolo
fonte: Katawebmotori
creato: lunedì 1 agosto 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007