Archivio News » Archivio News

Riccione, si riunisce la Polizia Municipale Italiana.

Apertura ufficiale al Palazzo del Turismo di Riccione dell’annuale appuntamento nazionale dedicato alla Polizia Locale .

In avvio dei lavori, saluto del Sindaco di Riccione, Daniele Imola : "Questo appuntamento è ormai una tradizione e conferisce prestigio alla nostra città. Sottolineo l’altissima qualità dei lavori, in un settore nel quale i problemi quotidiani e le domande dei cittadini chiedono un costante aggiornamento agli operatori. La Polizia Municipale presente sul territorio rappresenta l’Amministrazione e la
qualità del rapporto con la gente è una ricchezza fondamentale. Qui a Riccione il Corpo è reduce da una estate all’insegna, con buon successo, del contrasto all’abusivismo commerciale, che nasconde attività illecite molto pesanti. Inoltre, anche la disponibilità ad effettuare corsi gratuiti per l’ottenimento del patentino per i ciclomotori è stata un’azione di rilievo. A questo proposito, pur essendo su una sponda politica avversaria, confermo la mia stima al Ministro Lunardi, ma questi continui cambiamenti del codice della strada generano troppa confusione. Più che un codice della strada, talvolta somiglia ad un gioco di società".

L’INDAGINE ‘GLI ITALIANI E LA POLIZIA LOCALE’

Nel commentare i risultati dell’indagine promossa da Maggioli Editore e dalla Rivista Giuridica di Polizia , il Sottosegretario all’Interno Antonio Dalì ha detto: "Mi piace l’idea di un’ unica uniforme in tutta Italia per la Polizia Locale . Credo sia fondamentale conservare l’identità municipale e quindi il marchio della città, per il resto sono favorevole. Per ciò che concerne una maggiore diffusione delle armi , credo che quando alla Polizia Locale si chiedono compiti di collaborazione sul territorio e particolarmente esposti a rischi, sia doveroso dotarla di ogni strumento per la difesa personale . Il numero di telefono unico è una prospettiva di lavoro per noi, soprattuto per le emergenze. E’ evidente dall’indagine la necessità di vedere uniformi nei luoghi di ordinaria frequenza, in particolare le scuole, dove capita che si concentrino attività illegali.

Aldo Zanetti , Comandante della Polizia Municipale di Roma: "Dovremmo essere contenti che gli italiani ci giudicano né permissivi né severi. Io invece avrei preferito essere giudicato severo , perché il nostro compito, con un po’ di flessibilità, è sempre quello di applicare la legge . Gli italiani ci vorrebbero più armati? Anche noi siamo d’accordo poiché sempre più spesso siamo impegnati in azioni rischiose e la difesa personale è fondamentale".

AGENTI PREMIATI PER LE LORO VALOROSE AZIONI

L’Ispettore Salvatore Fontanarosa e l’Assistente Aniello Varone (Caserta) per essere intervenuti in mezzo alle fiamme di un incendio per salvare un’anziana signora e prelevare una bombola di gas prima dello scoppio.

L’Ispettore Ivan Bianco e l’Ispettore Giorgio De Angelis (Roma) per aver identificato e contribuito alla cattura di Luciano Liboni, l’omicida del carabiniere Alessandro Giorgioni (estate 2004) a Novafeltria (PS).

L’Agente Carmelo Provenzani (Milano) per il suo tempestivo intervento di salvataggio all’interno di un ristorante cinese in fiamme, con il salvataggio di quattro clienti e del gestore ormai svenuto.

L’Agente Giuseppe Amati e l’Agente Italo Mazzotta (Pordenone) per il salvataggio di una donna a rischio annegamento in un fiume.

Il Tenente Calogero Lo Presti (Vittoria) per il salvataggio a nuoto di alcuni naufraghi extracomunitari che cercavano di raggiungere la riva.

L’Agente Giancarlo Giannini (Torino) che, fuori servizio, ha notato una rapina in corso mettendosi all’inseguimento dei malviventi, rendendosi protagonista di una collutazione e del riconoscimento dei rapinatori in seguito arrestati.

Proprietà dell'articolo
fonte: RomagnaOggi
creato: giovedì 1 settembre 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007