Archivio News » Archivio News

Confermata la pericolosita' nell'uso del telefonino in auto.

Secondo il Transport Research Laboratory , prestigioso istituto inglese per la sicurezza stradale, chi usa il telefonino in auto ha tempi di reazione piu' bassi di chi guida in stato di ebbrezza.

Rispondere al cellulare se si sta guidando l'auto a 50 chilometri orari equivale a percorrere 29 metri alla cieca (76 se la velocità è di 130). Basterebbe questo dato (indagine Associazione Altroconsumo) per scoraggiare chiunque dall'uso del telefonino, ancora una tra le principali cause degli incidenti stradali. Purtroppo non è così. Almeno in Italia dove la maggior parte degli automobilisti usa ormai normalmente la cintura di sicurezza ma non ne vuol sapere di rinunciare al telefonino: quasi
sempre senza auricolare o vivavoce . E questo nonostante divieti, studi e ricerche provenienti da tutto il mondo.

A lanciare l'allarme con maggior forza sono l'Inghilterra e gli Usa , dove solo di recente si sta cominciando a proibire l'uso dei cellulari in auto. Al Transport Research Laboratory , prestigioso istituto inglese per la sicurezza stradale, attraverso un complesso simulatore di guida sono riusciti a misurare i tempi di reazione di chi guida usando il telefonino: ebbene sono più lenti del 30 per cento di chi è in stato di ebbrezza e del 50 di chi è in condizioni normali.

In America scendono in campo università e giornali. Uno studio condotto da un gruppo di scienziati dell' università di Baltimora ha dimostrato che il cervello non sa fare due cose per volta. E quindi servirsi di un cellulare ( anche col vivavoce ) mentre si guida un'automobile è altamente rischioso in quanto costringe il cervello a svolgere due compiti in uno stesso momento.

Per chi avesse ancora dei dubbi ecco l'ultima e forse più sconvolgente ricerca sull'argomento. Secondo i ricercatori dell'Illinois è più difficile mantenere una velocità fissa e tenersi in carreggiata per gli automobilisti impegnati in conversazioni stimolanti. E questo anche se non si è "costretti" a intervenire e si ascolta solamente . Dunque, secondo gli autori dello studio che sarà pubblicato sulla prossima edizione di Applied Cognitive Psychology, sarebbe bene " evitare di parlare al conducente ". Nella ricerca 100 studenti alla guida di auto virtuali sono stati "monitorati" mentre erano impegnati in conversazioni.

"Inaspettatamente abbiamo scoperto che chiacchierare e ascoltare hanno gli stessi effetti negativi - hanno commentato i ricercatori - e i risultati dello studio modificano l'idea diffusa che parlare mentre si guida sia una fonte di distrazione maggiore rispetto al semplice ascoltare". Quindi niente più alibi: guidare mentre si è al cellulare è comunque pericoloso .

Proprietà dell'articolo
fonte: La Repubblica
creato: lunedì 1 agosto 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007