Archivio News » Archivio News

Tolleranza zero per chi guida in stato di ebbrezza negli Stati Uniti.

Sicurezza stradale: negli Stati Uniti è passato il pugno di ferro . è stata approvata una legge che contempla fino a 10 anni di carcere a chi guida in stato di ebbrezza .

Non è che fino ad oggi si scherzasse, ma chi credeva che negli Stati Uniti si fosse già all’eccesso punitivo, resterà deluso. Il 26 maggio il Senato degli Usa ha accolto e approvato una nuova legge che contempla una pena fino a 10 anni di carcere per chi guida in stato di ebbrezza (alcolica) , che prevede una particolare attenzione alla reiterazione dei reati, e che mira sostanzialmente a togliere
“dalla circolazione” chi mette a repentaglio la vita altrui . A prendere l’iniziativa è stato il senatore John De Francisco, senatore dello stato di New York, uno dei politici statunitensi considerati maggiormente attento ai problemi sociali, che ha curato la stesura e la votazione del disegno di legge, ora praticamente esecutivo.

In buona sostanza , quella che veniva considerata una violazione al codice della strada, diviene ora un reato del codice penale , e potrà essere applicato con sanzioni accessorie estremamente severe : ritiro della patente da 1 a 3 anni (o revoca), multa fino a 5mila dollari. Nel corso della presentazione della legge, in senato, De Francisco ha ricordato che ogni anno, sulle strade dell’Unione, perdono la vita 41.975 persone, molte delle quali per colpa di comportamenti sconsiderati, con costi altissimi per l’amministrazione pubblica (45mld di dollari). Il politico, la cui famiglia è originaria del Molise, si è già distinto per altre battaglie nel contrasto alla criminalità.

Proprietà dell'articolo
fonte: ASAPS
creato: domenica 1 maggio 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007