Archivio News » Archivio News

Veicoli a idrogeno, quali prospettive?

Da anni si parla spesso e volentieri dell'idrogeno come combustibile (in forma liquida o gassosa) capace di risolvere i problemi dell'inquinamento e di sostituirsi alla benzina o al gasolio.

Ma i problemi sul tappeto sono molteplici e i tempi appaiono lunghi. Veicoli all'idrogeno sono già disponibili come prototipi , ma una produzione di serie appare ancora relativamente lontana per ragioni tecniche ed economiche (il prezzo elevato) e per la mancanza di infrastrutture adeguate (stazioni di servizio). Secondo la maggior parte dei costruttori occorrerà attendere, nella migliore delle ipotesi, quattro o cinque anni. Una vera diffusione è ipotizzabile tra il 2010 e il 2020 .

In ogni caso, uno studio condotto dal Politecnico di Milano indica come la prospettiva di utilizzare il vettore energetico idrogeno nei trasporti resti molto attraente . Gli investimenti per realizzare in Italia una valida rete di produzione e distribuzione , peraltro capace di soddisfare solo una quota del 20% di veicoli, comporta investimenti pari a 16 mila milioni di euro su un periodo di 30 anni. Come dire 530 milioni di euro l'anno, il rappresenta soltanto il 2% di quanto il sistema paga annualmente in Italia in termini di imposte sui carburanti per autotrazione normale.

Proprietà dell'articolo
fonte: SicuriSullaStrada
creato: venerdì 1 aprile 2005
modificato: venerdì 23 febbraio 2007