Archivio News » Archivio News

Gli incidenti si confermano come prima causa di morte dei giovani

Dai 15 ai 29 anni la fascia più colpita. I risultati di un convegno della Fondazione Luigio Guccione.

Gli incidenti stradali sono la prima causa di morte dei giovani tra i 15 e i 29 anni. Oltre 100.000 morti, 250.000 invalidi gravi (la maggior parte dei quali in carrozzella), pari a 330 miliardi di Euro (650.000 miliardi delle vecchie lire). Questo il 'costo' sociale dell'imprudenza sulla strada negli ultimi 30 anni in Italia emerso dall'indagine AMR 2003 presentata dall'Istituto Superiore di Sanita' nell'ambito di un convegno della Fondazione Luigi Guccione: "Guida e comportamenti a rischio". Una ricerca che fa il paio con quella dell'Ospedale San Raffaele di Milano, sui giovani del capoluogo lombardo, dalla quale emergono spunti interessanti sui nuovi orientamenti e sugli stili di vita dei giovani: abuso di alcol, guida in stato di ebbrezza, abuso di fumo e droghe, mancato uso del casco e delle cinture o uso durante la guida di telefonini. Al convegno organizzato dalla “Fondazione Luigi Guccione” il 20 ottobre 2003 sono state anche presentate la Carta dei diritti e dei doveri dei giovani per la sicurezza stradale e una Carta dei diritti delle vittime. Ma il lavoro redatto dalla Fondazione Guccione si spinge anche oltre: come ad esempio impegnare il Governo italiano a partecipare all'Assemblea Mondiale della Salute e alla discussione sulle risoluzioni dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e ad assistere gli Uffici in Italia dell'OMS; a identificare delle personalita' del mondo della cultura, spettacolo e sport che possano sostenere e diffondere il messaggio della GMS; a contattare il servizio postale nazionale per sviluppare un timbro sulla sicurezza stradale, a passare degli spots sugli argomenti di queste manifestazioni, a richiedere all'OMS e all'ONU di mettere in atto un'iniziativa in Europa - tra il 5 e l'11 aprile 2004 e l'Italia potrebbe esserne la sede - su Giovani e insicurezza stradale.
Proprietà dell'articolo
creato: mercoledì 1 ottobre 2003
modificato: venerdì 23 febbraio 2007